Back
Featured image of post Signal, Telegram o Whatsapp?

Signal, Telegram o Whatsapp?

Qual è il miglior strumento di messaggistica istantanea?

⌛      Tempo di lettura: 4 minuti

Breve guida per una scelta consapevole…


Premessa

Da qualche settimana ho deciso di rimuovere il mio account Whatsapp, usando l’applicazione il meno possibile fino a portarla alla totale dismissione; questa scelta non sarà in alcun modo condizionante ai fini della comparazione di questi tre strumenti di messaggistica istantanea.

Signal, l’alternativa sicura

Signal è un’applicazione di messaggistica istantanea presentata nel 2013 da un gruppo di attivisti per la privacy ed è sostenuta da un’organizzazione non profit, la Signal Foundation. Tra i suoi finanzatori c’è il fondatore di WhatsApp, Brian Acton che lascio l’azienda acquisita da Facebook nel 2017 poiché era in disaccordo con Facebook che l’aveva acquistata nel 2014.

A differenza di Google e Facebook, la Signal Foundation è finanziata da donazioni e utilizza i dati in suo possesso per ottenere ricavi dalla pubblicità.

Signal è davvero sicura?

SI! Le conversazioni di Signal sono sempre crittografate end-to-end, ciò significa che possono essere lette o ascoltate solo dai destinatari previsti.

Cosa non da poco, il codice sorgente completo per i client Signal e il server Signal è disponibile su GitHub. Questo consente alle parti interessate di esaminare il codice per sicurezza e correttezza.

Telegram, la più funzionale

Telegram è un servizio di messaggistica istantanea e broadcasting basato su cloud ed erogato senza fini di lucro dalla Telegram LLC, società a responsabilità limitata con sede a Dubai, fondata dall’imprenditore russo Pavel Durov.

A differenza di Whatsapp e Signal, Telegram può essere utilizzato come un vero e proprio cloud, caricando video o file anche di grandi dimensioni, questo ha portato Telegram a essere una delle piattaforme di pirateria più sicure e longeve.

Telegram non è sicura?

Nì, Telegram a differenza di Whatsapp e Signal non usa un tipo di crittografia end-to-end (E2E) impostata di default, ma solo nelle chat private, questo significa che le chat vengono memorizzate su un server (il cui codice sorgente, differentemente da signal, è proprietario).

Telegram utilizza un algoritmo di crittografia MTProto 2.0, che è un protocollo proprietario appositamente progettato da Telegram per l’accesso a un server API di applicazioni attive su device mobile. Telegram fornisce una buona documentazione che comunque lascia in sospeso molti punti e ricordiamo che il tutto è privato e l’unica cosa open è il client.

Whatsapp, la più famosa

WhatsApp è un’applicazione informatica di messaggistica istantanea statunitense creata nel 2009 da WhatsApp Inc., dal 19 febbraio 2014 facente parte del gruppo Facebook Inc. È senza dubbio l’applicazione di messaggistica istantanea più famosa in Italia ed utilizzata da più di un miliardo di persone

Whatsapp è davvero sicura?

Nì, più di Telegram (probabilmente) ma meno di Signal. Il protocollo di cifratura dei messaggi inviati su WhatsApp è end-to-end, quindi lo scambio di messaggi è sicuro, quello che però non è sicuro è il backup dei messaggi su cloud, in quanto sia il backup locale che il backup basato su cloud non è protetto dallo stesso protocollo con cui vi scambiate i messaggi, quindi i messaggi su cloud sono decifrabili.

Privacy su Whatsapp

Premesso che Whatsapp non legge i tuoi messaggi, né ne tiene traccia, perché c’è stata questa mobilitazione a Gennaio 2021 e cosa è cambiato dalla nuova informativa privacy del 15 Maggio 2021?

In realtà il problema principale resta il filo di congiunzione che lega Whatsapp e Facebook (che di privacy e dati utente negli anni ha dimostrato scarsa affidabilità).

Per approfondire ti consiglio in seguente articolo https://www.cybersecurity360.it/news/nuova-privacy-policy-whatsapp-tanti-timori-sulla-condivisione-dati-ecco-perche/

In sintesi, quale scegliere?

Dipende, dipende dall’utente finale che è libero, monopolio permettendo, di scegliere quale applicazione/servizio utilizzare per la messaggistica; di fatto la scelta può essere presa per ideologia, sicurezza o funzionalità. Credo sia difficile per un anziano che ha tutta la famiglia e gli amici su Whatsapp scegliere Signal o Telegram, scelta diversa può essere fatta da un ragazzo che magari può portare le amicizie su Signal.

Di fatto mi sento di definire la caratteristica principale di ognuna delle tre applicazioni del trio:

  • Signal, la più sicura;
  • Telegram, la più funzionale;
  • Whatsapp, la più diffusa.

A te la scelta!

Qualcosa di divertente

Su twitter così comunicano Telegram e Whatsapp

Telegram vs Whatsapp
Telegram vs Whatsapp

Fonti

Condividi:

📝   Contattami

Create with Hugo;
Sito creato e gestito da Francesco Garofalo;
Ultimi Aggiornamenti -> Changelog;